Il Mistero in Internet Chi siamo  Contatti   Site map    Cerca   Edicola Home  
EdicolaWeb 2011  
Nonsoloufo - Ufo and much moreIl nuovo numero disponibile quiARCHEOMISTERI - I quaderni di Atlantide
Cerca negli articoli
Consulta le rubriche
  Approfondimenti
  Archeologando
  Cercando il Graal
  Para Martia
  Atlante segreto
  Luci dei Maestri
  Decriptare la Bibbia
  Arcani enigmi
  Icone del tempo
  Altra dimensione
  Dal mondo eterno
  Viaggiatori del Sacro
  L'uomo e l'aldilà
  Oltre l'Orizzonte
  Approfondilibri
  Ufostorie
  Sentieri infiniti
  Usciamo dal tunnel
  Gli inserti stampabili
  Gli articoli dei lettori
  I racconti dei lettori
  La nostra Biblioteca

Consulta le riviste
  Hera
  Archeomisteri
  UFO Notiziario
  Stargate
  Notiziario Ufo
  Ufo Network
  Dossier Alieni
  Extraterrestre
  Ali Dorate

Registrati adesso
Lo spazio dei lettori
  Appuntamenti
  Invia i tuoi articoli
  Invia i tuoi racconti
  Richieste di aiuto

 

MOSTRA:
"GLI ETRUSCHI TRA L'ARNO E IL TEVERE"



Edicolaweb
18 gennaio 2011

[Arianna - busto femminile - 29K .jpg] [Pisside con un cavaliere e animali reali e fantastici - 38K .jpg] [Kouros - 27K .jpg] [Collana con pendente con testa di Acheloo - 31K .jpg] [Kantharos con testa di menade - 27K .jpg] [Kantharos con testa di satiro - 29K .jpg] [Kantharos con testa vista di fianco - 27K .jpg] [Frammento di cippo funerario con scena di prothésis - 38K .jpg] [Askòs a forma di anatra: figura di donna alata - 23K .jpg] [Minerva Atena - 14K .jpg] [Vaso a forma di testa femminile: iscrizione "suthina" sulla fronte - 20K .jpg] [Canopo - 18K .jpg]
 

Il tema della mostra "Gli Etruschi tra l'Arno e il Tevere" mette in luce un territorio percorso da due fiumi intorno ai quali si sono sviluppate numerose città etrusche.

Una rassegna che valorizza Cortona ed il suo territorio e che riporta l'attenzione del mondo sulla Toscana, una terra dove i piccoli centri hanno una notevole importanza, quali testimonianze del nostro passato. Centri che ravvivano la memoria, così essenziale, per esprimere giudizi e valorizzare la storia della nostra terra, delle nostre radici e camminare con certezza verso il futuro.
Un'occasione unica per ricordare che la cultura non ha confini e bandiere ed è l'unica capace di unire i popoli.
Un'opportunità di vedere riuniti reperti ed opere mancanti da tempo dal territorio di provenienza.
Fra i 44 pezzi esposti il busto di Arianna in terracotta, proveniente da Falerii, dimenticata fino a pochi anni fa nei depositi del Dipartimento delle Antichità greche, etrusche e romane del Louvre.
La scultura, di 61 centimetri, è un frammento di una statua di grandi dimensioni ed il suo ritrovamento è avvenuto tramite l'osservazione di un disegno conservato presso l'archivio di stato di Roma.
Un'opera che faceva parte della collezione di Giovanni Campana, direttore del Monte di Pietà di Roma, banchiere collezionista condannato per peculato, costretto a vendere la collezione, in parte acquistata dal governo francese nel 1861.
Si crede che la statua sia ciò che rimane di un gruppo raffigurante le nozze di Dioniso e Arianna, rappresentato sulle ceramiche prodotte nell'area di Falerii.
Di particolare rilievo i bronzetti trovati in un deposito votivo sulle sponde di un lago del Monte Falterona, casualmente scoperti con altri seicento pezzi e migliaia di frammenti di armi e punte di freccia; materiali venduti al Louvre e al British Museum.
Si potranno ammirare inoltre alcuni pezzi provenienti da Chiusi, un'urna funeraria in terracotta, di forma ovoidale con anse che accolgono arti mobili ed una copertura conformata a testa femminile; una pisside di ispirazione orientale, con fregi di sfingi e grifoni alati, cavalieri e leoni; una collana in oro costituita da fili intrecciati e un pendente con testa di Acheloo, divinità del Pantheon greco, raffigurato con corna taurine e orecchie a punta, un eccellente lavoro di oreficeria etrusca.
Sempre da Chiudi un monumento funerario con figure che banchettano intorno al defunto; una ceramica a figure rosse a forma d'anatra, un vaso di terracotta con testa di menade e satiro visto di fronte e di profilo.
Proveniente dal territorio perugino la statuetta di Menerva, l'etrusca Minerva, priva di lancia e scudo con elmo attico.
Rinvenuto a Sovana il recipiente di bronzo, realizzato con la tecnica della cera persa, a testa femminile per alloggiare un'ampolla di vetro contenente unguenti.
Vengono anche proposte opere poco note, con lo scopo di fornire una più ampia visione della società etrusca del territorio preso in esame.
Il tutto contornato dal paesaggio della città di Curtun, come la chiamavano gli Etruschi, che il mito vuole provenienti da Spina. Un popolo che si stabilì intorno alla rocca di Cortona e da lì si espanse per fondare nuove città nella fertile e grande pianura della Val di Chiana, chiusa dall'Amiata, dal Cetona e dal Lago Trasimeno.
Curtun, l'odierna Cortona - costruita sul contrafforte del Monte S. Egidio, cinta da circa tre chilometri di mura poderose a perimetro rettangolare, composte da filari di blocchi di età etrusca e successive inserzioni medievali - domina il tipico paesaggio toscano, fatto di campi a terrazza coltivati a ulivi, delimitati da muri a secco, ville recintate da lecci, pini e cipressi, case coloniche, monasteri, chiese monumentali. Un paesaggio che fonde l'elemento naturale con quello risultante dall'opera umana.

a cura di Mauro Paoletti


									

vai alla visualizzazione stampabile   invia questa notizia ad un amico

imposta Edicolaweb come Home       aggiungi Edicolaweb a Preferiti


									Copyright © 2011 EdicolaWeb - Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.
									
[Edicola home][Archeomisteri home][inizio News][News seguente][News precedente]  Tutti gli Approfondimenti
  sulle NEWS...
[Edicola home][Archeomisteri home][inizio News][News seguente][News precedente]
 
UFO NOTIZIARIO - Il nuovo numero in edicola ed in abbonamento
HERA - Il nuovo numero in edicola ed in abbonamento
I MISTERI DI HERA - Il nuovo numero in edicola ed in abbonamento
Nostre realizzazioni



  BibbiaWeb

  Interkosmos

  OdontoStudio

La civiltà di Marte - Gianni Viola

Edicola Home | Chi siamo | Contatti | Site map | Cerca | Registrazioni | Links | Appuntamenti
info@edicolaweb.net  
Per i contenuti tutti i diritti sono riservati alle società proprietarie delle riviste pubblicate
EdicolaWeb